Gli ultimi punti

Quando si ritira un atleta si vivono momenti emozionanti, specialmente se l’atleta in questione lo vedi giocare da molti anni, magari con la stessa maglia, nella stessa disciplina.

Se il momento topico è per un calciatore è l’ultima sostituzione con conseguente giro di campo per un tennista la questione è molto più sportivamente “drammatica”.

Non sai mai se sarà quella che stai giocando la tua ultima partita o se ce ne sarà un’altra, ma quando arrivi all’ultimo punto e ormai tutto sembra chiaro che la fine è vicina allora anche i più grandi cedono.

Mi ricordo ancora l’ultimo punto di Agassi, agli US Open nel 2006, col pubblico che si accende lui che si rende conto, la faccia tirata, le lacrime e la carriera che ti passa davanti

La stessa cosa è successa qualche giorno fa ad Andy Roddick, stessa storia, stessa faccia, stesse emozioni

 

set 07, 2012Personale, Sport, Tennis