Post taggati come 'Scienza e Tecnologia'

Dove osano le aquile

Webcam puntata verso un nido di aquila testa bianca (splendida tra l’altro)  a Decorha, Iowa.

Il nido è a 30 metri da terra, due pulcini sono nati, si aspetta il terzo.

Potrebbe tranquillamente sostituire il mio screen saver.

Che non si pensi che non sia una calamità

Non so quanto se ne parli nei telegiornali (li guardo praticamente mai) ma che non si provi a minimizzare anche questa vicenda, classificandola ad incidente.

L’incidente in Ungheria non è semplicemente un incidente, ma una calamità, l’ennesima causata dall’uomo.

h09_25367963

A testimonianza di quello che sta succedendo l’ennesima galleria fotografica del Boston Globe (da cui ho anche tratto la foto sopra)

Ipad

L’altro pomeriggio passeggiavo per il centro di Bologna (è un piacere passeggiare per il centro con questa stagione, c’è luce fino a tardi, e un sacco di gente in giro), e siccome non avevo voglia di ascoltare Travaglio che stava parlando in Piazza Maggiore (mi avesse beccato in un momento di freschezza mentale mi sarei fermato) sono andato verso Feltrinelli di Via d’Azeglio.

ipad-1up-us-20100127_512x512_014-300x300 All’interno di Feltrinelli c’è un rivenditore Apple (non è un Apple Center, ma un rivenditore autorizzato, direi), ed era esposto l’iPad.
Ovviamente non potevo non prenderlo in mano.

Il primo pensiero che ho fatto è stato: ”Beh, non è così leggero come me lo immaginavo”.

Read the rest of this entry »

Webcam sul vulcano

A differenza di quanto viene scritto il vulcano non ha ricominciato ad eruttare, non ha mai smesso, bensì il vento ha ripreso a soffiare verso sud, con le conseguenze che tutti sappiamo.

Tanto per continuare a dare un’idea di quello che sta succedendo potete dare saltuariamente un occhio al vulcano tramite questa webcam puntata direttamente su di lui.

Come si evince dalla cartina essa è orientata nello stesso modo in cui io ho scattato questa foto, e di cui avevo già parlato

Eyjafjallajökull

Come si nota attraverso la webcam il ghiacciaio si è sciolto.

They put a man on the Moon

A 40 anni distanza dal primo passo sulla Luna la NASA rende pubbliche, con ottima tempistica, le foto del Lunar Reconnaissance Orbiter Camera, foto che ritraggono i luoghi degli allunaggi avvenuti tra il ’69 e il ’72

369234main_lroc_apollo11labeled_256x256


copj13aspL’immagine sopra riproduce quello che è rimasto della missione Apollo 11, la prima che ha fatto posare piede umano sulla Luna, e di cui festeggiamo il 40ennale.

Casomai foste affascinati dall’evento , e vogliate una leggere un libro sull’argomento, io, un pò di tempo fa, mi sono trovato tra le mani “Polvere di Luna“, scritto dal giornalista americano Andrew Smith.
Il libro è una luna intervista a 9 dei 12 esseri umani ancora in vita che hanno camminato sulla Luna, di che cosa hanno significato per loro le missioni Apollo, e delle conseguenze che queste hanno avuto nella loro personalità.

Che ci crediate o meno, sono tutti impazziti, più o meno.

lug 21, 2009Generale, Scienza e Tecnologia

Trentanove anni fa

Trentanove anni fa gli americani, grazie anche ad una buona dose di fortuna, riuscirono a mandare il primo uomo sulla Luna.

Fu il risutato dell’aggregazione di risorse umane, tecniche ed economiche che portarono il genere umano ad una indimenticabile notte di puro ed autentico trionfo.

Tutto quello che è rimasto di quella missione è una serie di foto, vista attraverso documentari, giornali, riviste.

Grazie ad internet, alla digitalizzazione delle immagini e all’informatica queste foto possono essere visualizzate, tutte e completamente originali, scansionate direttamente dalla pellicola, ed ad alta risoluzione (non sono le foto dell’Apollo 11, la prima a sbarcare sul satellite, ma tutti gli scatti delle spedizioni della missione, dalla 1 alla 17, più qualche excursus).

Il sito che le raccoglie è l’Apollo Archive.

A costo di ripetermi ribadisco che il sito contiene tutte le foto, ed in formato originale, per cui ci sono anche i cosiddetti scatti sbagliati, dovuti anche al fatto che gli atronauti non potevano guardare dentro l’obiettivo, ma dovevano puntare e decidere a caso cosa inquadrare (la fotocamera era fissata sul loro petto).

Molte delle foto che appaiono sui giornali sono infatti ritoccate a regola d’arte, la foto che vedete a fianco, ad esempio, è molto più dritta e con un pezzo di cielo in più rispetto all’originale.

Ma non queste.

Il sito è imponente, e, attenzione, rischia di inglobarvi grazie al suo fascino, per cui fate attenzione.

Apollo Archive

Wii are the world

IMG_9219Dopo averne sentito tanto parlare ora posso esprimere un opinione con cognizione di causa.

Dopo aver attentamente ed approfonditamente testato il prodotto posso affermare che la suddetta console è entrata ufficialmente nell’Olimpo delle Figate.

Dove: a casa di un amico, che ha pensato sapientemente di noleggiare la console.
Quando: è bastato un week end di noleggio, anzi è bastato un sabato sera.
Chi: 10 persone, più o meno.

I giochi provati sono stati 5, ossia tutto il pacchetto Wii Sports, qualcuno bello, qualche altro meno.

Il meno entusiasmante è stato, forse perchè eravamo in 10, il Golf; fose siamo stati troppo rozzi, ma comunque la precisione richiesta era troppa, e la pallina più volte è finita in acqua o fuori dal percorso, anche al decimo tiro. Voto 6+.

Poi siamo passati al Bowling, carino davvero, anche se alla lunga un pò ripetitivo (alla fine come una vera partita di bowling), ma realizzare uno Strike si è rivelato molto meno facile di quanto previsto, potendo scegliere direzione ed effetto della boccia. Voto tra il 7 e l’8.

IMG_9215

Sul gradino più basso del podio ci finisce il Baseball; le azioni di gioco a cui puoi prendere parte sono solo due, lancio e battuta, ma colpire quella maledetta pallina è molto più che difficile, anzi, quasi impossibile. Fedelissima la sensibilità del Wii Remote, tanto in velocità quanto in orientamento della mazza; difficilissimo scegliere il tempo giusto, ma la soddisfazione di un fuoricampo (uno solo) è stata notevole. Voto 8 e 1/2.

Dalla pista da bowling al campo in erba dove si gioca a Tennis, per sentirsi dei veri campioni. Sperimentata solo la partita in doppio puoi “colpire forte” la pallina, tagliarla, fare un lob e scegliere tra un lungolinea ed un passante. Coinvolgente proprio come una vera partita. Voto 9.

La disciplina vincitrice tra tutti i giochi alla fine è stata la boxe, non tanto per la varietà del gioco, quanto piuttosto per coinvolgimento che accendeva nei suoi partecipanti. Più volte si è temuto il peggio per il televisore utilizzato (si perchè la tendenza è quella di avvicinarsi sempre di più allo schermo) e le contese si sono risolte tutte quante con un bagno di sudore. Putroppo il rapporto foga/ entusiamo del pugilante è stato fatale e chi partecipava. Voto 10.

Chiaramente la Wii ha avuto anche i suoi lati negativi, ossia l’indolenzimento delle spalle e delle braccia, che ancora mi porto dietro.

[tags]nintendo, wii, wii sports[/tags]

feb 20, 2007Scienza e Tecnologia

Evvai, abolite le ricariche

Ricariche, commissioni cancellate

Nessun rinvio, anzi la cancellazione delle commissioni per le ricariche dei telefonini sarà estesa anche a tutte le schede prepagate che consentono l’accesso a Internet o di acquistare programmi sulla tv digitale.

Qui e qui

Siamo l’ultimo o quasi tra tutti i paesi che ancora ci faceva pagare (e salatamente) le ricariche telefoniche. Dopo aver firmato anche la petizione online finalmenta anche noi ce l’abbiamo fatta!

[tags]telefonia, abolizione, ricariche[/tags]

feb 14, 2007Scienza e Tecnologia

Apple 0 – Nokia 1

Tanto per tornare all’uscita dell’iPhone, tramite Mario apprendo dell’eventuale perchè Apple abbia deciso di presentare l’iPhone nonostante tutte le sue pecche ed i suoi difetti e a un anno dalla sua commercializzazione.

Semplicemente perchè grazie ad esso il guadagno in Borsa è stato considerevole, e soprattutto perchè è imminente da parte di Nokia (primo trimeste 2007) l’uscita di un telefonino semplicemente fantastico, molto di più dell’iPhone, l’N95.

Tanto per dire:

- Fotocamera a 5mpx (2592 x 1944 pixel) con tanto di zoom digitale 20x
- GPS integrato
- Connettività via INFRAROSSI, BLUETOOTH, WIFI (802.11b/g), uPNP (Universal Plug&Play) e cavo USB.
- Radio FM STEREO (Visual Radio)
- 160 Mb di memoria integrata, espandibile

A parità di prezzo secondo me Nokia batte Apple 1 a 0, palla al centro.

nokia_n95_1.jpg

feb 01, 2007Scienza e Tecnologia